visitatori

sabato 18 febbraio 2012

un italiano vero

L'Italiano vero è quello del familismo amorale.
L'Italiano vero è quello che passa col rosso e riesce a farla franca, perché ci ha "un amico".
L'italiano vero è quello che non è così fesso da fare la coda e aspettare il proprio turno.
L'Italiano vero è quello che trova sempre una scorciatoia.
L'Italiano vero non è così ingenuo da limitarsi a partecipare a una gara d'appalto o a un concorso.
L'Italiano vero è quello, dall'altra parte, che chiude un occhio e rimedia qualche paniere. 
"Paniere che va, paniere che viene, l'amicizia si mantiene": è questo l'humus di base su cui si fonda lo stato di diritto all'italiana.
Da qui discende l'ammirazione di massa per chi, "ci ha saputo fare" e impipandosene delle regole, riesce a divenire ricco e potente, e di contro la scarsa considerazione di massa per chi sta in coda, non sgomita, non prevarica e cristianamente sarà premiato nell'altra vita: il gonzo.
Il rispetto delle regole ed il lavoro sono roba per bovini.
Le asperità che incontra il percorso utopico della democrazia compiuta in Italia sono fatte di questa dura roccia.
                                                                                          (w/cody)*