visitatori

sabato 8 settembre 2012

pensanti e non pensanti

Il cardinal Scola ha invitato i fedeli a “pregare Dio perché accolga Martini nella dimora eterna e riceva dalle mani del Signore il premio per le sue fatiche apostoliche”. 

Domande:
1) Martini meriterebbe la dimora eterna e il premio (se ci fossero)? 

2) Se sì, Dio (se ci fosse) avrebbe bisogno delle preghiere altrui per accorgersene e agire di conseguenza? 

3) Se no, le preghiere dei fedeli potrebbero cambiare il giusto verdetto? 

Risposta. La confusione regna sovrana in certe menti.

(Piergiorgio Odifreddi)