visitatori

mercoledì 5 giugno 2013

religione in italia


'INTOLLERANZA VERSO LA RELIGIONE

Una libertà minacciata

 di Ernesto Galli Della Loggia

-------------------------
Posted: 04 Jun 2013 10:09 AM PDT
Ma che gli è preso a Ernesto Galli Della Loggia? Lo facevo laico e liberal, uomo assennato e anche discreto giornalista. E invece nel fondo del Corriere dell’altro ieri... (domenica 2 giugno)...
Sostiene che in Europa è in atto — anzi, «sta giungendo al suo epilogo», dunque è ormai compiuta — una «rivoluzione antireligiosa» che, «dal momento che è dell’Europa che si parla, si presenta come una rivoluzione essenzialmente anticristiana».Avvenire». Svegliatelo, perché gli dev’essere successo qualcosa: nessun giornalista serio citerebbe un’unica fonte così smaccatamente di parte.
Lamenta che «le Chiese cristiane sono state progressivamente espulse quasi dappertutto da ogni ambito pubblico», che «all’insieme della loro fede non viene più assegnato […] alcun ruolo realmente significativo nel determinare gli orientamenti delle politiche pubbliche», e non solo: «contro il cristianesimo, a differenza di tutte le altre religioni, appare oggi lecito rivolgere le offese più aspre». E giù una serie di esempi, «tratti da una dettagliata denuncia pubblicata di recente.
E che esempi, poi; fatterelli a dir poco risibili: un paio di cantanti rock che fanno qualche sberleffo alla religione, un’infermiera cui è stato proibito di portare una croce al collo durante l’orario di lavoro, qualche reprimenda di istituzioni sanitarie contro l’obiezione di coscienza, scuole che non dicono più “vacanze di Natale” ma “vacanze invernali”… 
Capirai! Ma a Ernesto Galli Della Loggia  roba così gli pare a dir poco un olocausto.
Di sicuro gli è successo qualcosa. Sarà stato folgorato sulla via di Damasco, sarà stato ipnotizzato dal cardinal Bagnasco, Immagina di vivere nella Roma di Nerone, nella Francia giacobina, nella Russia bolscevica. Svegliatelo: vive in Italia. Il paese dove si insegna la religione cattolica nelle scuole pubbliche a spese dello Stato; il paese che espone il crocifisso nei tribunali, negli ospedali, negli uffici pubblici e nelle scuole di ogni ordine e grado; il paese in cui la Chiesa gode di prebende, esenzioni, privilegi a non finire.
Rivoluzione anticristiana?! Svegliatelo! Fategli bere un caffè forte e mettetelo davanti alla televisione, quella televisione che informa dettagliatamente ogni giorno su quanto dicono, fanno e predicano papi e monsignori, fa la cronaca di come e qualmente si è sciolto il sangue di San Gennaro, riporta gli appelli dei vescovi affinché i supermercati chiudano la domenica, mostra quant’è bella la Sacra Sindone e la mummia di Padre Pio.
Sveglia, sveglia Ernesto Galli Della Loggia! Si scuota da queste brutte allucinazioni! Si svegli, perché il sonno della ragione genera mostri: crociate contro il divorzio e l’aborto, omofobia, insopportabili ingerenze. Torni in sé e si rimetta a fare il giornalista come si deve, a raccontarci le cose come stanno e non come le racconta l’Avvenire. E faccia lo storico come si deve, senza rivoltare la storia come una frittata. Perché si può anche concordare sul fatto che «in Europa la libertà religiosa ha rappresentato storicamente l’origine […] di tutte le libertà civili e politiche»: ma nel senso che si trattava di mettere fine alle sanguinose guerre di religione seguite alla riforma, ai massacri perpetrati nel nome del principio “cuius regio eius religio”, e dunque di «ridurre la religione a puro fatto privato» — proprio ciò che Lei deplora — e di governare “etsi deus non daretur”. Questo dicevano Grozio, Locke, Spinoza, Bayle. Questo dicevano i filosofi che hanno elaborato la nostra idea di libertà. Non cambi le carte in tavola.
E per favore — per favore! — non si appoggi all’autorità di Rosa Luxemburg per perorare la causa del cristianesimo e della religione. Rosa Luxemburg era atea e comunista. Per questo — non perché era ebrea — fu macellata.
(Maria Turchetto)
---------------
Oh, povero bistrattato clero!
Orsù organizziamo subito una processione e soprattutto una bella colletta.
Sì, Svegliamolo !
Ma c'è da battere un po' più forte per destare la ragione che a volte pare in profondo coma.
(w/cody) 
*****************
Bravo Ernesto
Ma gli italiani…sono come i galli nella Loggia sotto la pioggia, vanno in giro senza ombrello…
(francomartina)