visitatori

sabato 12 marzo 2016

a sciare a sciare

Val Pusteria, valanga travolge scialpinisti: almeno 6 morti

Dolente per i morti.
Onestamente mi colpisce di più l’incidente del muratore (quante volte in nero?) che cade dall’impalcatura o l’operaio che lascia un braccio nella pressa per 800€ al mese, precario.
Però i morti sono tutti uguali e vanno rispettati.
Ma mi chiedo: in Italia, a salvaguardia della pubblica incolumità è proibita la droga perché fa male, si scrive sui pacchetti che il fumo uccide, è proibito guidare contro mano perché si muore; ma allora, coerentemente non dovrebbe essere proibito andare a fare gli sciatori, visto l'alto numero di morti che annualmente si registrano?
Vabè, bisogna garantire agli albergatori e noleggiatori di sci e sciovie e ski/quelchetipare i guadagni voluti, siamo pur sempre in un paese di imprenditori a capitalismo assistito e poi, ognuno è libero di divertirsi come gli pare. Va bene.
Ma i soccorsi? Oggi, per salvare e recuperare salme di questi signori che andavano a scivolare nel mese di marzo di una stagione mite, nell’epoca in cui si squagliano i ghiacciai, stanno operando centinaia di soccorritori con tre elicotteri, uno dell'Aiut Alpin Dolomites, uno della Guardia di Finanza ed il Pelikan 1 del 118 a setacciare mo’ quasi tutto l’arco alpino.
Va bene. Sono esseri umani, Un po’ imprudenti, ma va bene.
Però: chi paga tutti i costi dello spiegamento di forze per cercarli e portarli in salvo?
Perché per favorire i guadagni dell'impresa del settore sciistico e per l'imprudenza di fare lo scivolacchio nella neve, in caso di incidente (ahimè molto frequente) dobbiamo pagare noi cittadini?
Io Stato, direi allo scivolatore della domenica: vuoi andare a scivolare? Vacci. Ti auguro che non ti accada nulla di male. Ma... Ma i costi dei malaugurati incidenti, gli eventuali soccorsi, gli elicotteri, le cordate, le ambulanze, le cure ospedaliere... te le paghi tu, coi soldi tuoi, non possiamo intervenire noi cittadini, a spese nostre, per il gusto tuo di fare lo scivolino e quello della stazione sciistica di farci i soldi.

Credo che questa norma salverebbe centinaia di vite perché prima di andare a scivolare ognuno ci penserebbe due volte, e magari non ci andrebbe proprio. E risparmieremmo tutti un sacco di soldi. E gli albergatori e le imprese del settore? Bene: se li accollino loro i costi dei soccorsi. Guadagneranno un po' meno, ma salverebbero il settore. Noi ci siamo stancati di pagare noi, per salvare quello o quell'altro settore altrui.