visitatori

martedì 31 gennaio 2012

gli amici del canone Rai


Ma davvero qualcuno crede che chi sfacciatamente da anni dimentica di pagare il canone Rai, vedendo lo spot in TV si possa ravvedere e corra subito alle poste a massacrarsi di attese in code che manco nella Russia Sovietica per mettersi in regola e pagare 112 eurazzi più il bollettino?
Ma dove vivono 'sti dirigenti Rai?
Può mai un evasore del canone reatare colpito dallo spotto cadere da cavallo sulla via di Saxarubra e investito da un raggio di sole, redimersi e pagare?
Ma davvero nella direzione Rai e nello Stato sono così ingenui? Non è possibile, non sono cos' ingenui.
E allora perché spendono tanti soldi per produrre quei melensi spotti che vanno in onda a tutte l'ore? Qualcuno dirà che lo fanno come promemoria per i bravi cittadini un poco scordarelli.
Ma non è possibile, perchè come promemoria ogni dicembre già mandano l'avviso a casa con il bravo bollettino allegato e se qualcuno si dovesse ostinare a non pagare, da febbraio comincia a ricevere gli avvisi successivi già gravati della sovrattassa erariale e poi, si sa, con chi ha sempre pagato, sanno diventare implacabili. Chi già paga non può smettere; chi non paga, mica è fesso a cominciare.
E allora?
Perchè spendono tanti soldi (nostri) per girare spotti inutili e mosci ?
Perché mai ?
A queste domande, non so come sia, ma non so mai darmi risposte.
Non sarà per caso che gli spotti li fanno confezionare da una generosa ditta esterna?
Una ditta di amici degli amici che sanno ricordarsi degli amici?

                                                                                                                                   (w/cody)*