visitatori

sabato 8 novembre 2014

sentinelle in piedi.


"Ovviamente tutti sono liberi di manifestare il proprio pensiero, ma io credo che vegliare contro una legge che riconosce e tutela il diritto ad amare chi si vuole, sia oscurantismo e ho trovato queste manifestazioni un gesto - pacifico nei modi - di forte violenza culturale. Non riesco a capire come si possa spendere il proprio impegno per fermare il diritto a sognare di avere una famiglia e dei figli, nonostante la propria omosessualità, ma soprattutto il diritto a vivere una vita normale senza la paura di essere discriminati. Altrove io vedo il male, altrove io vedo il dolore, non nella possibilità di amare e di costruire una famiglia." 
Roberto Saviano - (leggi tutto)

---------------------

VIOLENZA CULTURALE è la definizione esatta delle attività di questi movimenti. 

Penso alla legge 40, alle obiezioni di coscienza negli ospedali, alla imposizione del crocifisso nelle scuole e negli uffici pubblici, ai ritardi scientifici del nostro paese.

Costoro pretendono di essere depositari delle ricette per il bene dell'umanità e pretendono di imporre i propri costumi agli altri.


In questa parte dell'Europa, in questa nostra epoca, per nostra fortuna, lo fanno con manifestazioni pacifiche; qualche tempo fa, lo facevano con la galera, con la brutalità della tortura, dei roghi riservati alle donne e delle esecuzioni capitali.

Possiamo dirci fortunati.
Transitoriamente fortunati.
(w/cody)*