visitatori

sabato 15 febbraio 2014

previsioni dei tempi - Iginio Ugo Tarchetti

"Strana cosa! Conobbi molti uomini che arrossivano di essere onesti, e soprattutto di essere sensibili; vivevano in una continua contraddizione, in una lotta perpetua coi loro principii e collo sforzo
che facevano di dissimularli. Tutti o quasi tutti finirono col diventare disonesti. 
Mi spaventò spesso questo raggomitolarsi, questo accovacciarsi che fa la bontà nel fondo della coscienza, questo
atteggiarsi a vergogna. Preferii sempre la disonestà aperta, come un filosofo celebre preferiva ad un nemico equivoco un franco odiatore.
Temo che non venga un giorno in cui il vizio abbia a pretendere a buon diritto l'omaggio dovuto alla virtù; in cui s'abbia a dire, a mo' d'esempio: ― Meno male! Mi rallegro in vedere che la corruzione incominci a penetrare nelle famiglie ― Chi è che ha commesso quella buona azione? Lo denunceremo al rigore delle leggi. Certo non arriveremo a tanto, ma
chi non direbbe che ne siamo sul pendio?"
-----------------
1869