visitatori

sabato 12 dicembre 2015

Mezzo secolo da Piazza Fontana

Il 12 dicembre 1969, nel pieno di quello che fu definito “l’autunno caldo” delle rivendicazioni dei diritti dei lavoratori, a Milano  una bomba esplose nella Banca Nazionale dell’Agricoltura in piazza Fontana, provocando la morte di diciassette persone ed il ferimento di altre ottantotto. Tra il 1968 e il 1974 furono compiuti 140 attentati e quello di Piazza Fontana, insieme alla dstrage di Bologna avvenuta nel 1980, fu uno dei più sanguinosi.
In particolare la Strage di piazza Fontana rappresenta l’inizio della “strategia della tensione” e fu definita in seguito la “strage di Stato” per il coinvolgimento di apparati deviati dello Stato che volevano impedire un ricambio al governo del Paese. (continua qui)